Torino: importanti incentivi per i tetti verdi

Harpo verdepensile | Orti Alti
Modificato il Regolamento Edilizio di Torino per incentivare la realizzazione di orti e giardini sulle coperture degli edifici

Si stanno muovendo i primi passi verso l'ideale di sostenibilità ambientale per cui il comune di Torino ha dimostrato particolare sensibilità.

La Giunta comunale, su proposta dell'assessore Stefano Lo Russo, ha approvato l'articolo 39, comma 8 per la realizzazione di "tetti verdi", cioè tutti gli orti e i giardini che sorgeranno sulle coperture piane degli edifici come case, garage, cortili ecc. In particolare il Regolamento riconosce e favorisce gli effettivi benefici ambientali, sociali ed economici del verde urbano prevedendo l'esonero totale dal pagamento dei contributi sui costi di costruzione del tetto verde.

Un altro passo per un cambiamento ambientale, sociale ed economico in quanto il verde pensile è in grado di far risparmiare energia, ridurre i livelli di CO2 e polveri sottili nell'aria, di abbassare la temperatura, di tutelare la biodiversità e di prevenire gli allagamenti modulando il deflusso dell'acqua piovana verso la rete fognaria in caso di forti precipitazioni.

"Con queste innovazioni andiamo verso un nuovo modello di sviluppo urbano: un riuso corretto dello spazio costruito in città, sostenibilità ambientale e risparmio energetico per una Torino più verde ed ecocompatibile, oltre che accessibile per tutti", ha commentato l'Assessore all'Urbanistica ed Edilizia Privata Stefano Lo Russo.

 

Leggi il comunicato dell'Ufficio Stampa del Comune di Torino

L'articolo su La Stampa:

Altre news