Verde pensile per la “scuola del futuro”

 Harpo verdepensile - La scuola del futuro - Renzo Piano - Concorso d'idee
Il Ministero dell’Istruzione bandirà entro dicembre 2015 un concorso d’idee per la realizzazione di scuole innovative. Il modello ideale a cui ispirarsi è quello di Renzo Piano: tra laboratori e palestre anche i giardini sul tetto.

E’ di Renzo Piano il modello ideale di “scuola del futuro” che frequenteranno tutti i bambini delle prossime generazioni. 

Il noto architetto infatti ha proposto un nuovo modello di formazione che parte proprio dall’edificio scolastico. Tre piani in cui si svilupperanno biblioteche, palestre, laboratori, il tutto all’insegna della sostenibilità e della sicurezza
Il legno sarà infatti il principale materiale di costruzione per garantire un luogo di socializzazione bello, naturale e antisismico. I principi della geotermia inoltre verranno utilizzati per riscaldare e raffreddare l’ambiente e i pannelli fotovoltaici per produrre energia elettrica. 
I tetti diverranno spazi di svago e formazione perché ospiteranno laboratori di botanica, osservatori metereologici, orti pensili e animali.

Da questo punto di vista i sistemi a verde pensile garantiscono una molteplicità di vantaggi che si inseriscono perfettamente nel progetto di Renzo Piano. Innovativi e tecnologici sono in grado di soddisfare specifiche esigenze economiche, tecniche ed ambientali. Il verde pensile infatti non permette solamente la creazione di floreali giardini sui tetti, ma nasce anche e soprattutto per favorire in maniera ecofriendly aspetti sempre più rilevanti nel contesto urbano come l’isolamento termico, la riduzione degli sprechi, l’aumento della durata del sistema di impermeabilizzazione, l’incremento della produzione dell’impianto fotovoltaico, il tutto godendo di un notevole risparmio economico anche in conformità con le normative vigenti.

Per questi motivi il verde pensile è una valida soluzione da tenere in considerazione nella realizzazione di questi progetti, che dovranno essere presentati dai professionisti all’interno del concorso d’idee che verrà bandito dal Ministero dell’Istruzione entro dicembre 2015. Lo scorso 15 ottobre infatti le Regioni hanno comunicato al Miur le aree sui cui si costrituiranno le scuole del futuro e per cui sono stati stanziati dall’Inail 300 milioni di euro ripartiti in base a popolazione e densità, secondo la legge 107/2015 “La Buona Scuola”.

Sostenibilità e innovazione sono temi a cui sempre più attenzione viene posta sia nel contesto privato che pubblico. Harpo spa divisione verdepensile mette a disposizione qualità, alta tecnologia e un’esperienza decennale maturata anche in numerosi contesti scolastici sul territorio nazionale. Ma soprattutto fornisce un servizio di assistenza completa da parte dei suoi professionisti per garantire la corretta realizzazione degli ambienti, contribuendo inoltre all’educazione a comportamenti eco green.

Per maggiori informazioni sui servizi e sui sistemi che offriamo contattateci: 
tel. +39 040 3186611
mail: info@harpogroup.it 

Altre news