Città ecosostenibili dai tetti verdi

Città ecosostenibili dai tetti verdi
Il verde urbano che protegge, pulisce e produce è quello che cresce sui tetti.

L'esigenza di una città ecosostenibile si fa sentire sempre più ed ecco che stanno prendendo piede progetti volti a portare anche negli impianti urbani quella natura in grado di rigenerare e donare energia. 

Parliamo ad esempio del grattacielo "verde" nella zona di Porta Nuova a Milano che ha vinto il premio come grattacielo più bello del mondo. Il Bosco Verticale, questo
il nome, vanta torri che hanno rispettivamente 24 e 17 piani, circondate da oltre 800 alberi e 19.000 essenze vegetali. Le piante aiuteranno ad assorbire polveri, smog e a produrre ossigeno.

A Torino, invece, due strutture, il ristorante delle Fonderie Ozanam (complesso recuperato da una ex fabbrica) e l'NH Hotel Torino, hanno deciso di ridurre ulteriormente il
km zero per i prodotti destinati alla loro cucina. Grazie a due progetti curati dalla Harpo, azienda triestina leader nel verde pensile, i due edifici possono contare ora su un orto situato sul loro tetto in grado di assicurare frutta e verdura sempre fresche e di stagione.

Il verde urbano, e in particolare il verde sui tetti, quindi pulisce, produce e protegge: la copertura, con le piante, il substrato e il manto impermeabilizzante, isola l'edificio, proteggendolo dal forte irraggiamento solare, dai grandi sbalzi di temperatura e in parte anche dal rumore circostante, contribuendo in questo modo ad ottenere un notevole risparmio energetico.

Leggi online:
architetturaecosostenibile.it leggi